[Guida CSS #6] Il problema della compatibilità


[Guida CSS #6] Il problema della compatibilità

Prima di iniziare a studiare le regole e le strutture dei CSS, parliamo oggi di un problema che i web designer conoscono fin troppo bene: la compatibilità. Il problema, se volessimo individuare un colpevole, è dovuto principalmente ai sviluppatori dei browser che oggi troviamo sul mercato. In principio infatti i produttori miravano allo sviluppo di estensioni proprietarie, ma il supporto ai linguaggi del W3C non era garantito come oggi e moltissimi web designer si trovavano in difficoltà. Solo con l’ avvento di Internet Explorer 5 ha iniziato a farsi strada nella mente dei sviluppatori l’ idea di adeguarsi a linguaggi come questo e, col tempo, sono cresciute le aziende che si sono adattate a tale filosofia. Una di queste è emersa dalla massa per l’ ottimo supporto ai linguaggi del W3C, CSS sopratutto, ed è difatti famosa ancora oggi: Mozilla. Il problema della compatibilità è purtroppo presente ancora oggi nel mondo del web e possiamo schematizzarlo in due rami.

Il primo di questi è la retro-compatibilità, da sempre oggetto di studio degli esperti del web. Cosa fare nello sviluppo di un nuovo sito Internet? Garantire la compatibilità (nei limiti del possibile) ai vecchi browser o semplicemente ignorarli? Quest’ ultima soluzione è spesso utilizzata dagli sviluppatori che confidano nell’ aggiornamento dei browser che attuano gli utenti di tutto il mondo. Altri web designer invece preferiscono adottare il cosiddetto metodo cross-browser, basandosi su un’ attenta analisi di strategie da poter utilizzare per garantire una compatibilità più elevata con i più disparati browser e rispettive versioni.

Come ho detto prima, il problema della compatibilità si articola in due modi differenti, difatti oltre alla retro-compatibilità ogni web designer è alle prese con le diverse metodologie di rendering utilizzate dai browser. Alcuni di questi, infatti, conoscono le proprietà, ma le applicano in modo differente. Il vero problema del rendering risiede nella sua unicità, in questo caso le proprietà vanno valutate singolarmente e l’ unica cosa che potete fare sono dei test delle vostre pagine. In ogni caso, che voi possiate visualizzare un pagina nel medesimo modo su ogni browser è semplicemente impossibile. In questi casi potete affidarvi a due soluzioni: la prima è la CSS2 Test Suite (vale esclusivamente per lo standard CSS2), vi basterà cliccare sulla proprietà che desiderate ed essa verrà visualizzata in base al browser che utilizzate; la seconda soluzione è l’ archivio di tutte le discussioni sui CSS (problemi, curiosità, etc.), se non trovate una soluzione qui, non la troverete da nessun’ altra parte. A presto con la prossima lezione 😉

<- Lezione Precedente (Utilizzare i fogli di stile alternativi)
Lezione Successiva (Regole e Struttura dei fogli di stile) ->

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *